Lugano travolge Winterthur



Seconda di campionato, avversario Winterthur e travolgente vittoria dei bianconeri, 65 a 7 il finale, di un match a senso unico. E’ un’importante fine settimana di rugby per il Club luganese che mette in campo tra sabato e domenica tutte le sue squadre dall’under 8 sino alla prima squadra. Un modo di fare rugby che vuole si costruisca con pazienza, dal basso, un mattone alla volta, un club solido, con i suoi riti e le sue tradizioni.

La partita tra Lugano e Winterthur è sempre molto sentita, Lugano si presenta all’appuntamento con una formazione rivoluzionata, sono cinque gli assenti rispetto al match precedente. Borghetti si fida della sua rosa, lancia dall’inizio i giovanissimi Giannella e Scarfò e il francese Legras (vedi immagine), ventenne, arrivato solo venerdì a Lugano. Zuger festeggia le sue 100 presenze nell’inedito ruolo di seconda linea e risulta il migliore in campo e tutti hanno dato il loro contributo alla larga vittoria bianconera, con Legras, ottimo all’esordio nel ruolo di estremo, autore di due mete e di una grande presenza nel match.

Non c’è molto da dire di questo Lugano, che parte subito forte, segna e produce una gran mole di gioco. Bene in mischia chiusa e gradevoli giocate che hanno divertito il pubblico presente.

I bianconeri ,nonostante i molti cambi, sembrano aver assimilato una buona struttura di gioco e vanno in campo con il sorriso, come chiede il loro allenatore. Questa leggerezza oggi fa la differenza, contro squadre che mettono in campo solo fisicità.

Ora non ci si deve accontentare, è tempo di fare uno step tecnico ulteriore, la squadra è in grado di farlo, serve aver maggior continuità negli allenamenti e nella presenza per i match. L’orgoglio di tutto il club è di aver schierato nello stesso match, tre elementi del proprio settore giovanile , Ottoboni, Nicod e Giannella, questo fa ben sperare per il futuro.


Prima del match di LNB è andata in campo la seconda squadra di Lugano che ha battuto il team 2 di Winterthur, prima vittoria dei bianconeri, con ottime prestazioni di Pisciotta e di Alomia che si è rivisto in campo dopo un lungo periodo di assenza. Segni importanti e positivi di un movimento rugbistico, quello luganese, vivo più che mai.


Formazione:


15 Legras, 14 Leonardi (Minisini) , 13 Serventi, 12 Fiala, 11 Giannella(Pisciotta), 10 Iandiorio, 9 Azzolini (Ottoboni), 8 Azzolini, 7 Agustoni (Nicod), 6 Mazzi(Sabatino) ,5 Zuger, 4 Gianini, 3 Di Rosa(Cocchiarella), 2 Scarfò (Buratti) , 1 Santarelli


N.E:


Marcatori:


mete : 1 Fiala ;1 Zuger ;1 Azzolini (n8) ;2 Legras;1 Iandiorio;2 Serventi; 1 Mazzi;1 Minisini


trasformazioni: 6 Iandiorio


calci piazzati: 1 Iandiorio


cartellini:

24 views0 comments

Recent Posts

See All