top of page

Ancora una sconfitta

RUGBY: Ancora una sconfitta



Torna da Ginevra, dopo un’interminabile giornata, un Lugano ancora sconfitto, ma con la sensazione di aver sprecato l’occasione per la prima vittoria in LNA. Il finale 31 a 16 per i padroni di casa non racconta la realtà del match, con Ginevra che segna l’ultima meta al fischio finale e un tabellone che alla fine del primo tempo segnava solo quattro punti di differenza, 10 a 6.

Hanno sprecato troppo i bianconeri e in LNA ogni errore e punti lasciati per strada, si pagano a caro prezzo: tre facili calci ai pali sbagliati, nel primo quarto di match; un “in avanti” quando la meta era ormai certa; cinque touche perse a pochi metri dalla linea di meta e una mischia chiusa, dominante per tutto il match, penalizzata da una spinta anticipata a cinque metri dalla possibile meta. Si aggiunga una meta concessa a Ginevra, viziata da ben due “in avanti” non rilevati, dal mediocre arbitro inglese e a conti fatti il risultato poteva davvero essere un altro. E’ qui però che Lugano deve crescere , lo staff tecnico non trova alibi, la concentrazione va tenuta per tutto il match e quando si ha la possibilità di segnare occorre farlo. Con una touche che ha vinto solo tre palloni su diciassette lanciati, diventa quasi impossibile poter vincere. Poi ci si mette anche la palla ovale, che rimbalza dove vuole, un po’ come la vita: un calcio da 50-22, che poteva uscire nei ventidue di Ginevra, per uno strano e raro caso, rimbalza a favore degli avversari e si trasforma in un’azione da meta dalla parte opposta, come dire che, tutto gira dalla parte sbagliata.

Organico troppo ridotto, solo sedici disponibili per Coach Borghetti e come detto,qualche errore di troppo legittimano, però la vittoria di un buon Ginevra, che a differenza dei bianconeri, ha capitalizzato tutte le occasioni a disposizione e lasciano solo l’amaro in bocca ai ticinesi.

Occorre lavorare duro in allenamento, crescere come gruppo e le soddisfazioni arriveranno, intanto preoccupa l’ennesimo infortunio, questa volta è Santarelli, uscito per un problema alla mano, a tenere con il fiato sospeso lo staff luganese.

Turno di riposo e poi di nuovo in campo, domenica 22 ottobre a Muzzano, sperando che la palla ovale, imprevedibile nei suoi rimbalzi, torni nelle mani dei bianconeri.






15 Brito, 14 Leonardi , 13 Serventi, 12 Fiala, 11 Macchi, 10 Iandiorio, 9 Azzolini, 8 Arguello, 7 Lazarte , 6 Mazzi,5 Zuger, 4 Pellegrini , 3 Giorgis, 2 Paruscio , 1 Santarelli (Cocca)


N.E:


Marcatori:


mete : 1Brito

trasformazioni: 1 Brito


calci piazzati: 3 Brito

cartellino giallo: Pellegrini


50 views0 comments

Recent Posts

See All

Commentaires


bottom of page