Riprende il campionato e Lugano annulla la capolista



70 a 10 dice il tabellone alla fine del match tra la prima e la terza della classifica di LNB.

E’ proprio così, i bianconeri, annullano con gli interessi il gap con la prima della classe, al termine di un match giocato sempre alla massima velocità e con qualità.

All’inizio Lugano parte un po’ contratto e non sfrutta nel migliore dei modi la

supremazia territoriale dei primi dieci minuti, solo tre punti da calcio piazzato e un paio di nette occasioni da meta sbagliate all’ultimo passaggio.

Poi, la bella meta di Fiala’a, sblocca il match e i bianconeri chiudono la prima frazione, 29 a 3, con già in tasca il punto di bonus per le quattro mete segnate.

Nel secondo tempo la formazione di casa aumenta l’intensità di gioco e la velocità dei suoi tre quarti, arrivano così altre sette mete a suggellare una supremazia totale per tutti gli ottanta minuti.

Si è oggi soddisfatti delle belle mete segnate di un grande volume di gioco e della

prova di alcuni gregari, su tutti Pellegrini, che hanno lavorato duro per il bene della

squadra. Unica stonatura, se si vuol essere pignoli, la meta tecnica subita allo scadere e decretata dall’arbitro per ripetuti falli della mischia bianconera che non è riuscita a contenere regolarmente la pesante mischia di Zurigo.

Girandola di cambi negli ultimi venti minuti, e spazio a tutta la panchina bianconera.

Ora testa a Friborgo, sabato, su un campo da sempre ostico per i Luganesi.


Formazione

15 Jimenez , 14 Leonardi (Mazzi), 13 Serventi 12 Fiala’a (abaleo), 11 Bernasconi

(Kleiner), 10 Iandiorio, 9 Azzolini (Schuemperli), 8 Marks , 7 Cannilla (Veluppilai), 6

Vettorel, 5 Gianini (Sabatino), 4 Pellegrini , 3 Santarelli (Benvegnu) , 2 Cremonesi, 1 Di

rosa (Minisini)

N.E:

Marcatori:

calci piazzati: 1 Iandiorio

mete: Iandiorio 1; Jimenez 2; Marks 2; Fiala 1; Serventi 2; Kleiner 1; Cremonesi 1; Mazzi 1

trasformazioni: 6 Iandiorio

cartellini: