Venditti ospite al Rugby Summer Camp 2019

June 23, 2019

Si è chiuso nella mattinata di sabato il Rugby Summer Camp 2019, realizzato grazie alla

riuscita collaborazione tra Rugby Lugano e Fisio & Boxe.

Gradita e importante presenza, alla cerimonia di chiusura, quella di Giovanbattista

Venditti, tre quarti ala delle Zebre Rugby, 44 caps con la nazionale italiana di Rugby.

Persona piacevole e umile, che si è prestato a rispondere alle domande di tutti i

bambini presenti e a giocare con loro una partita sul campo, oltre a rimanere per il

tradizionale terzo tempo.

Un personaggio che ha incarnato alla perfezione lo spirito con il quale gli organizzatori

hanno proposto il camp: nato rugbisticamente in un piccolo paese della provincia

abruzzese, solo grazie alla tenacia, all’allenamento e alla disciplina, ha raggiunto i più

alti livelli, tornando al suo club d’origine, di tanto in tanto, per portare tutta la sua

esperienza o anche solo un saluto. In tutto ciò, è riuscito anche a laurearsi ,

dimostrando, ancora una volta, che studio e sport di alto livello, non sono per nulla

incompatibili.

Un grande esempio di valori trasmessi ai bambini presenti, che lo hanno bersagliato di

domande.

I temi della tenacia, della fatica che porta a risultati sportivi e non solo, della capacità

di convivere, del richiamo alle origini, sono stati fatti vivere ai bambini nella settimana

di camp, dove rugby, ginnastica funzionale e giochi di gruppo, si alternavano, a corsi di

inglese, nuoto e alla possibilità di narrare la propria storia o quella di altri, attraverso il

disegno. Uno splendido mix con un filo comune, la disciplina, parola d’ordine del

Camp, che troppo spesso assume significati negativi: il concetto fatto passare ai

bambini risiede nell’etimologia stessa del termine, che significa imparare e per fare ciò,

la necessità di rispettare regole di convivenza e ascoltare e seguire gli insegnamenti

ricevuti . I bambini hanno fatto una settimana di esperienza di apprendimento e con

loro gli adulti presenti, in un reciproco scambio di emozioni, nel rispetto dei ruoli.

Si chiude perciò , dopo una nottata in campeggio presso la struttura di Muzzano che

ospita il Rugby Lugano, con grande soddisfazione da parte degli organizzatori, il Rugby

Summer Camp 2019 . Ad ogni partecipante è stato rilasciato un diploma di I livello e un

pallone da rugby : simbolicamente, ha voluto rappresentare la possibilità di portarsi a

casa tutti i vissuti della settimana, un pallone che rimbalza dove vuole, imprevedibile

come la vita e per questo esperienza unica e preziosa…

 

Alessandro Borghetti

 

Please reload