Stagione della giovanile finita! Arrivederci ad agosto

June 17, 2019

 

 

LUGANO, 15 giugno 2019 - Con la festa del club e la finale nazionale delle regioni U14 giocata domenica 16 a Nyon, si chiude la stagione della giovanile. Una stagione positiva, che ha visto consolidare l'attività del club e percorrere nuove strade, in particolare con l'introduzione della categoria U12.

 

Nella giornata di sabato 15 giugno, il club si è ritrovato a Muzzano per la tradizionale festa finale, dove a mezzogiorno ha riunito i propri tesserati e familiari per una pranzo conviviale, le premiazioni e un torneo di rugby touch con squadre miste tra giocatori, ragazzi e genitori. Come da tradizione, sono stati premiati i migliori giocatori. Per la giovanile, i premi sono andati a:

  • Nathan Urriani, quale miglior debuttante; si è avvicinato al rugby solo quest'anno e in stagione è diventato presto un faro della U12
     

  • Marco Mazzali, quale miglior U12; nonostante un fisico ancora acerbo e la giovane età (nato 2008), ha saputo mettersi in luce
     

  • Riccardo Pomponio e Michael Dobeson, ex-aequo migliori U14; nonostante lo scorso anno non abbiano raggiunto la selezione NSRV, con l'impegno l'hanno conquistata quest'anno, ottenendo il posto nel 15 di partenza nella finale
     

  • Giovanni Ottoboni, quale miglior U16; la sua stagione è partita con un infortunio dal quale si è rialzato ritagliandosi un ruolo importante a Tradate e nel club

Il giorno dopo, Riccardo Pomponio, MIchael Dobeson, Marko Gonzalez Tozzi, Michele Sellick e Stefano Orellana, sono scesi in campo con la selezione Nord-Schweiz Rugby Verein, per affrontare Ginevra nella finale nazionale di categoria U14. Purtroppo la partita si è chiusa con una sconfitta di misura, 19-14, ma resta nei ragazzi l'esperienza e l'emozione di aver giocato una partita importante.

 

Ora i ragazzi vanno in pausa e si ritroveranno dopo ferragosto con i primi allenamenti, ma lo staff tecnico è già al lavoro per preparare la prossima stagione. Difatti, due importanti sfide attendono il settore giovanile: l'introduzione del minirugby con la conferma degli U12 e l'introduzione degli U10 e U8 e il debutto nel campionato svizzero di una propria squadra U16. Sfide difficili ma che il club è sicuro di poter cogliere e portare a termine. L'obiettivo è completare la filiera e consentire ai giocatori prossimi alla prima squadra di poter raggiungere una maturità sportiva importante.

Please reload